Home VOLLEY B1: Cda volley Talmassons – Itas Città  Fiera Martignacco

VOLLEY B1: Cda volley Talmassons – Itas Città  Fiera Martignacco

CDA VOLLEY TALMASSONS: Giora, Cozzo, Facco, Colonello, Nardini, Lombardo (capitano), Felettig,
Sartori, Battain, Gogna, Neri, Cerruto (libero II), Ponte (libero). All. Stefano Castegnaro
ITAS CITTA’ FIERA: Caravello (capitano), Pozzoni, Frison, Cibin, Molinaro, Fedrigo, Chiodo, Gennari,
Martinuzzo, Beltrame, Mignano, De Nardi (libero), Pecali, Presello. All. Marco Gazzotti
Arbitri: Assunta De Curtis, Dario De Martino.
Note: durata set 25′, 28′, 32′
TALMASSONS Un derby sentitissimo, ma dal finale amaro. Arriva infatti il primo 0-3 della
stagione per l’Itas Città  Fiera. Il Talmassons supera in tre set (25-20, 25-23, 26-24) la Libertas
Martignacco in un’ora e 25′ di gioco. Le ragazze di Castegnaro ora sono a -2 da Caravello e
compagne. E’ la terza sconfitta stagionale per l’Itas, che resta comunque prima in classifica con 61
punti. Funziona la ricezione (85% a 76%), meno l’attacco (31% a 34%), ma Talmassons fa i numeri
in difesa, non concedendo all’Itas la solita grande prestazione.
La cronaca
Coach Gazzotti schiera Gennari in regia, Pozzoni opposto, Caravello e Beltrame in banda,
Martinuzzo e Molinaro al centro. Il libero è De Nardi.
Martignacco subito avanti 3-6 grazie a Pozzoni (3 punti) e Molinaro. Con il muro di Gennari su
Lombardo arriva il 7-10, ma il Tamassons non molla e con la sua capitana riesce a portarsi sul 11-
12. Il pallonetto di Molinaro regala nuovamente il +2 all’Itas, ma le padrone di casa poco dopo
agguantano il pari e poi sorpassano (14-13). Le squadre non si risparmiano. Con l’errore di
Molinaro al servizio e il mani fuori di Sartori la Cda si porta sul 16-14. Nonostante l’ottimo attacco
di Beltrame (17-16), il Martignacco non contiene le avversarie che vanno a + 4 (20-16). Sul 22-17
Gazzotti sostituisce Caravello con Fedrigo, che prima mette a terra il 18° punto in attacco, e poi, al
servizio, fa l’ace del 23-20. L’ultimo pallone decisivo, però, è di Sartori che chiude il set 25-20.
Il secondo set con la capitana di nuovo in campo – comincia in equilibrio (3-3), poi il Talmassons
infila il + 2 (6-4). A Beltrame, che rompe il muro avversario (6-5), risponde Nardini 7-5, ma
Martignacco non si perde d’animo e con Molinaro trova l’8-8. Il set prosegue punto a punto,
Pozzoni con una gran palla in diagonale stretta fa l’11-10. Entra Chiodo al posto di Gennari. L’ace
di Molinaro riporta ancora una volta la situazione in parità  (12-12), ma le padrone di casa poco
dopo tornano avanti (15-13). Caravello approfitta della palla spinta di Gennari (rientrata al posto di
Chiodo) e tiene il Martignacco attaccato alle avversarie (17-16), è Beltrame a regalare il pari al
gruppo (19-19). La numero 18 mette il 21-20, ma Pozzoni sbaglia in battuta: Talmassons è avanti
22-20. Gazzotti cambia – spazio a Fedrigo per Beltrame poi, sul 24-21, ferma il gioco. Caravello a
muro conquista il 22° punto, poi il tecnico toglie Martinuzzo per Pecali, che si prende l’ace del 24-
23. Alle ragazze non riesce l’impresa: il secondo set è del Talmassons (25-23).
Gazzotti cambia: fuori Caravello dentro Fedrigo. Il terzo parziale inizia con il Martignacco in
leggero svantaggio (6-4), ma i punti di differenza diventano 4 con l’attacco di Cozzo da seconda
linea (11-7). Con la palla fortunata di Beltrame e il fallo fischiato a Giora il Martignacco accorcia le
distanze, ma con i due attacchi di Cozzo è di nuovo + 4 Talmassons (15-11). Sul 17-12 esce
Beltrame ed entra Caravello, poi Gazzotti ritenta la carta Pecali in battuta (al posto di Martinuzzo).
Castegnaro chiama tempo (20-16) e induce all’errore Fedrigo, ma Pozzoni e Caravello portano il
punteggio sul 21-18. L’Itas non vuole lasciare andare le avversarie (22-20) e con Beltrame arriva
anche il 22° punto (ace). Il finale è infuocato: l’Itas trova il pari con un muro su Lombardo (24-24),
poi Cozzo decide il 25-24 e Pozzoni sbaglia da seconda linea. Talmassons vince 26-24.

Le migliori realizzatrici sono Molinaro e Beltrame con 13 punti, poi Pozzoni e Fedrigo con 6,
Martinuzzo con 5, Caravello con 4, Gennari con 3, Pecali e De Nardi con 1.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito o gli strumenti di terzi utilizzati al suo interno si avvalgono di cookie per:
– il corretto funzionamento del sito
– generare delle statistiche di navigazione
– mostrarti pubblicità in modo non invasivo
Proseguendo la navigazione su questo sito acconsenti all’uso dei cookie.