Home Volley B1: Itas Citta Fiera – Vivigas Verona

Volley B1: Itas Citta Fiera – Vivigas Verona

MARTIGNACCO L’Itas Città  Fiera non si ferma. Soffre, lotta, ma vince e porta a casa la settima vittoria consecutiva. A Martignacco finisce 3-0 (25-18, 25-22, 28-26) per le padrone di casa. Le ragazze di Vivigas Arena Volley (Verona) ci provano a lungo, ma non riescono a rubare punti a Caravello e compagne. Al di là  di qualche distrazione di troppo nel secondo e nel terzo set, le armi vincenti sono state ancora una volta il muro (14 punti!) e il gruppo (ottime le prove di Molinaro e Fedrigo, entrate a gara in corso). Nessun cambiamento in classifica: il primato, con 21 punti, è ancora delle ragazze di Gazzotti.

Il tecnico sceglie Gennari in regia, Pozzoni opposto, Caravello (capitano) e Beltrame in banda, Martinuzzo e Cibin al centro, De Nardi libero. Cominciano bene le ragazze dell’Itas Città  Fiera, che in pochi minuti, con Gennari al servizio, sono già  sul 4-0. Gli attacchi di Caravello, Pozzoni e Beltrame caricano il gruppo e il vantaggio sale a +6. L’11-5 è firmato Gennari, che chiude con un gran muro l’attacco avversario. A rete non si passa e poco dopo lo dimostrano anche Caravello e Cibin, entrambe a punto. Tutto fila liscio, per l’Itas Città  Fiera: Beltrame si fa notare con due attacchi consecutivi e porta il risultato sul 18-11. A nulla serve il time out chiamato da Pillitu. Caravello, in battuta, non sbaglia un colpo e complice qualche distrazione delle avversarie si arriva alla fine del set: 25-18.

Il secondo set, con il sestetto iniziale in campo, parte con qualche errore e anche con un po’ di sfortuna (2-5). Vivigas Arena ci crede e ne approfitta (2-7) spingendo Gazzotti a chiamare tempo. Con Beltrame al servizio l’Itas Città  Fiera riesce ad accorciare le distanze (il 6-8 è un gran muro di Martinuzzo), ma non a trovare la parità . I due punti di differenza con le avversarie vengono abbattuti solo più tardi, con Cibin in battuta: è il muro di Pozzoni a riportare in vantaggio (13-12) Caravello e compagne. La gara prosegue un punto per parte. Poi, sul finale, Gazzotti azzecca il cambio: Molinaro (al posto di Cibin) mura e alza (per Pozzoni, a punto) e porta il risultato sul 22-19. Ancora qualche errore, ma il pallonetto dell’opposto e l’attacco di Martinuzzo decidono la superiorità  delle padrone di casa: è 25-22 per l’Itas Città  Fiera.

Come nel secondo, anche nel terzo set le ragazze di Gazzotti si devono impegnare per recuperare lo svantaggio (2-5). Il 5-6 è uno spettacolare lungolinea di Beltrame, il 6-6 un mani-fuori di Martinuzzo. Sul 7-10 Gazzotti chiama time out per dare una scossa alle atlete e inserisce nuovamente Molinaro (per Cibin). La centrale classe ‘95 in prima linea e la solita efficacia di Caravello al servizio ridanno per un attimo fiato al gruppo (14-14). La lotta punto a punto, però, continua. Molinaro decide il distacco (21-19) con l’ennesimo attacco a punto. L’Itas Città  Fiera traballa in ricezione (22-22), ma ritrova il vantaggio (24-23) ancora con Molinaro (muro e primo tempo). La partita in cui hanno trovato spazio anche Frison (per Caravello) e Pecali (per De Nardi) – sembra non voler finire. E’ Fedrigo (al posto di Pozzoni) con un attacco da seconda linea a far impazzire il palazzetto per il 28-26 finale.

Migliore realizzatrice della serata è Beltrame con 12 punti, poi Martinuzzo con 11, Caravello con 10 e Molinaro con 9, Pozzoni con 8, Gennari e Fedrigo 2. La preferita per i tifosi che hanno riempito il palazzetto è ancora una volta la capitana, Lara Caravello.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito o gli strumenti di terzi utilizzati al suo interno si avvalgono di cookie per:
– il corretto funzionamento del sito
– generare delle statistiche di navigazione
– mostrarti pubblicità in modo non invasivo
Proseguendo la navigazione su questo sito acconsenti all’uso dei cookie.